Zucca: proprietà, benefici e consigli di utilizzo

     

    L’autunno si tinge di arancione con i colori della zucca, regina indiscussa di questa stagione. Con la sua polpa dolce e compatta, la zucca è apprezzata non soltanto perché buona e versatile, ma soprattutto per tutti gli innumerevoli benefici che apporta al nostro organismo. In questo articolo vogliamo parlarvi di tutte le proprietà nutrizionali della zucca e come possiamo scegliere, conservare e gustare al meglio questo ortaggio.

    Che cos’è la zucca?

    Appartenente alla famiglia delle Cucurbitacee, la zucca è un ortaggio di stagione in autunno, infatti il periodo di raccolta va da fine agosto a fine novembre. È originaria dell’America Centrale, ma oggi viene ampiamente coltivata in varie regioni del mondo tra cui l’Italia, in particolare nelle zone di Cremona e Mantova. Della zucca esistono diverse varietà: vediamo in dettaglio quali sono le più conosciute.

    • Moscata di provenza o tonda di Napoli: tra le più diffuse, si caratterizza per la  forma tonda appiattita, dalle dimensioni variabili, può raggiungere fino a 15 kg di peso, la buccia liscia di colore marrone-arancione con solcature marcate.  La polpa, soda e compatta, è di colore arancio intenso, profumata e dal sapore dolce, che si presta bene alla preparazione di ricette sia dolci che salate, dai risotti, ai ripieni per la pasta fresca, dalle vellutate alle creme.
    • Zucca violina o Butternut: si riconosce per la sua particolare forma “a campana” e la buccia arancione con sfumature verdi, che può essere liscia o rugosa. Caratterizzata da una polpa acquosa e da un gusto che ricorda la nocciola, è meno dolce di altre varietà,, e si presta molto bene per cucinare zuppe e vellutate. 
    • Zucca Mantovana: dalla buccia verde e rugosa, ha una caratteristica forma a turbante. È infatti conosciuta come ”cappello del prete”, e nelle zone di Pavia e di Piacenza con il nome di zucca berrettina. La sua polpa dolce e farinosa è ideale per preparare il ripieno della pasta fresca.

    pilipphoto/shutterstock.com

    Proprietà nutrizionali della zucca

    La zucca è composta principalmente da acqua (oltre il 94%), ma contiene anche zuccheri (circa il 3%), proteine ed è praticamente priva di grassi, con un apporto energetico di circa 29 kcal per 100 g di prodotto fresco, che aumenta a 46 kcal quando la zucca è cotta. 

    Molto ricca di fibra, la zucca è un vero concentrato di sali minerali, tra cui calcio, fosforo e ferro, e vitamine, in particolare vitamine del gruppo B, vitamina C e Vitamina A.

    Vediamo, allora, tutti i benefici apportati da questi nutrienti.

    Tutti i benefici e le proprietà della zucca, alleata della salute

    Della zucca, come detto, esistono diverse varietà, ma è bene precisare che il loro valore nutrizionale e i benefici che apportano al nostro organismo restano le medesime. Scopriamo in dettaglio quali sono.

    Un potente antiossidante

    Innanzitutto il betacarotene, nutriente abbondante nella zucca, oltre ad essere una sostanza antitumorale, è un importante antiossidante utile a contrastare i radicali liberi e a prevenire l’invecchiamento di cellule e tessuti, in particolare della pelle. Protegge inoltre il sistema circolatorio, rinforza il sistema immunitario e aiuta l’attività antinfiammatoria generale. Da ricordare, infine, che il betacarotene è coinvolto nel processo di formazione della vitamina A, utile per gli occhi, in quanto li protegge da diverse patologie quali la degenerazione maculare e la cataratta.

    RONEDYA/shutterstock.com

    La zucca, un’alleata dell’intestino

    Grazie all’elevato contenuto di acqua e fibre, la zucca può essere considerata un ortaggio utile in caso di stipsi: infatti, favorendo il transito intestinale, contrasta la stitichezza e inoltre migliora l’equilibrio del microbiota. Inoltre, proprio per la considerevole presenza di fibre, è indicata anche in caso di dieta dimagrante perché contribuisce a mantenere una sensazione di sazietà più a lungo.

    Effetto calmante

    Le proprietà della zucca sono benefiche anche per sonno e umore, grazie alla presenza di diversi aminoacidi, tra cui il triptofano, precursore della serotonina. La zucca esercita quindi un vero e proprio effetto calmante e sedativo, utile quindi in caso di ansia e insonnia, ma anche contro lo stress. 

    E i semi di zucca?

    olgaman/shutterstock.com

    Parlando di proprietà della zucca, è doveroso fare accenno anche ai semi di zucca. Ormai ampiamente utilizzati in ambito alimentare, infatti, sono ricchi di principi attivi molto utili alla nostra salute. La cucurbitina, in particolare, svolge un’azione preventiva nei confronti di diversi disturbi dell’apparato urinario femminile e maschile, quali problemi alla prostata e cistiti. Tuttavia, è utile specificare che al fine di beneficiare dei loro effetti, è necessario consumare i semi di zucca crudi.

    Come scegliere la zucca

    Al momento dell’acquisto, per riconoscere una buona zucca, è necessario scuoterla oppure dare dei piccoli colpi sulla buccia: se il suono è sordo e cupo vorrà dire che la zucca è matura.  Il picciolo deve essere morbido e attaccato saldamente alla zucca. Occorre considerare che, una volta pulita, il peso si riduce notevolmente, perché buccia e semi costituiscono uno scarto del 30% circa. Se si decide di comprare una zucca fatta a pezzi è opportuno invece dare un’occhiata alla polpa, che deve essere soda, compatta e dal colore arancione vivo. 

    Come si pulisce

    Una volta acquistata, la zucca deve essere lavata solo al momento del suo utilizzo per evitare che marcisca. Si procede poi al taglio, che deve essere fatto con un coltello ben affilato incidendo la buccia esterna lungo la diagonale, fino a dividerla a metà.
    Una volta aperta, aiutandosi con un cucchiaio o una spatola, bisogna rimuovere i filamenti e i semi, che potrete tranquillamente consumare dopo averli puliti ed essiccati

    Per agevolare le fasi di taglio successive, è opportuno incidere la zucca lungo i solchi principali, ottenendo così degli spicchi che sarà più facile privare della buccia. Il taglio, a fette o a pezzi, dipenderà dal modo in cui vorrete cucinarla.

    Come si conserva

    Questo ortaggio autunnale va conservato in un luogo fresco, asciutto e buio; in tali condizioni può mantenersi per mesi. Se privata della buccia, invece, la zucca si può tenere in frigorifero per 3-4 giorni, opportunamente avvolta in una pellicola, al fine di evitarne la disidratazione. Eventualmente può anche essere congelata, ma in tale caso è necessario tagliarla a cubetti e riporla nei sacchetti per il freezer.. Se, invece, vogliamo conservare la zucca già cotta in congelatore è necessario tagliarla a pezzi e sbollentarla. 

    Come consumare la zucca

    Erhan Inga/shutterstock.com

    Cucinare la zucca è piuttosto facile perché è tra gli alimenti più versatili in cucina, dove viene utilizzata molto nella preparazione di ricette sia dolci che salate. Da ricordare è certamente la vellutata di zucca, da servire ben calda, oppure alcuni dolci golosi tipici della festa di Halloween, ma perfetti per ogni occasione, come la pumpkin pie o torta alla zucca.

    Qualunque sia la preparazione per la quale si vuole utilizzare la zucca, occorre tener presente  qualche accorgimento, al fine di conservare intatte tutte le proprietà che questo ricco ortaggio ci offre. La zucca si presta bene alla cottura al vapore, oppure al forno tagliata a spicchi e condita con aromi. La lessatura, invece, le fa perdere molti dei principi attivi, per cui se si vuole usare questo metodo di cottura è bene accorciare molto i tempi, giusto il tempo di ammorbidire leggermente la polpa.

    Infine, forse non tutti sanno che la zucca può anche essere mangiata cruda, sia nel modo più classico, ovvero spremendo la polpa al fine di ottenere un succo, oppure come ingrediente in un’insalata o utilizzando gli “scarti” dell’estrattore, per creare torte o biscotti ricchi di fibra.

    Esistono controindicazioni nel consumo della zucca?

    Le ottime proprietà della zucca fanno sì che non esistano allo stato attuale controindicazioni riferite al suo consumo, fatta eccezione per i casi, seppur rari, di allergia. Nonostante il suo sapore dolce, la zucca è un ortaggio equilibrato anche dal punto di vista degli zuccheri, il che la rende adatta anche ai pazienti diabetici o nel caso in cui si stia seguendo una dieta dimagrante. Oltre ad essere praticamente priva di grassi, infatti, la zucca ha un elevato contenuto di fibre capace di farci sentire sazi per molte ore

    Ora che sapete tutto delle proprietà della zucca, provate a sperimentare nuove ricette, per consumarla spesso. Ad esempio, perché non provate questo crumble di mela e zucca? Delizioso!

     

    Articolo scritto con la collaborazione di Elena Rizzo Nervo.

    L’articolo Zucca: proprietà, benefici e consigli di utilizzo sembra essere il primo su Giornale del cibo.

    Comments are closed.